Antipasti, Finger food, ricetta

Girelle fumé con pancetta stufata

La pancetta stufata è un salume che mi piace assai oddio non è che ce ne siano tanti che non apprezzi… ma in particolare trovo questo tipo di pancetta morbida e grassoccia oltre che buona anche sfruttabile in tantissime occasioni.  Questa che ho usato l’ho acquistata al banco della grande distribuzione ergo non è che fosse proprio il massimo della qualità e sono convinto che l’affumicatura sia stata ottenuta mediante aromatizzanti. Legna mi sa che non ne ha proprio vista però un po’ per l’uso che ne ho fatto un po’ perché ogni tanto si può sgarrare può andare bene anche così. Queste girelle fumé completano la loro farcitura con fettine di provoletta affumicata. Anche questa l’ho acquistata preconfezionata e credo fermamente che anche per le fettine di formaggio valga per quel che riguarda l’affumicatura lo stesso discorso fatto per la pancetta stufata. Il rettangolo di sfoglia l’ho comprato pronto anzi per la verità di questa marca ne tengo sempre qualche confezione in frigo perché la resa è buona sia per sapore che per capacità di sfogliare. Meglio però non indagare troppo a fondo sugli ingredienti perché il burro nella loro lista non viene nemmeno nominato… e con quest’ultima inquietante noticina chiudo e stendo un velo pietoso sulla salubrità di queste girelle.  Diciamo che è meglio non esagerare nel consumo e farle raramente perché di sicuro fegato e arterie non ringraziano. Se siete salutisti rinunciate, la ricetta di queste girelle fumé a ben vedere sembra l’archetipo della cucina spazzatura alla stregua di certi kebab o di certi hamburger dal spore gradevole ma i cui ingredienti per lavorazione e provenienza incerta lasciano per lo meno perplessi. Lo so se siete frequentatori abituali del blog resterete spiazzati dalla ricetta di queste girelle fumé perché contraddice in pieno i tanti discorsi che molto spesso ho fatto sulla necessità di ricercare ingredienti di qualità e tecniche di cottura adeguate. Una tantum però si può “scientemente” sgarrare e se si ottengono nonostante tutto degli sfizi gustosi conviene farlo senza pensarci su troppo e senza eccessivi rimorsi. Prepararle è facilissimo, si stende la pasta sfoglia, si farcisce con le fettine dei due ingredienti lasciando qualche centimetro di bordo libero sul lato maggiore del rettangolo per stabilizzarne la chiusura. Poi aiutandosi con il foglio di carta forno si arrotola il tutto e si posiziona il rotolo ottenuto con la chiusura in basso a contatto con la placca. Lasciate il tutto in frigo per un’ora in modo che sia più semplice tagliare le girelle. Posatele un po’ distanziate una dall’altra sulla placchetta e infornate a 180° per un ventina di minuti fino a doratura.

 

 

Con le girelle fumé o si beve un buon prosecco oppure se la trovate stappate una bassa fermentazione ma affumicata come la Aecht Schenkerla Rauchbier – Weizen.

 

Girelle fumé con pancetta stufata

Girelle fumé con pancetta stufata

Di ropa55 Pubblicata: Luglio 6, 2016

  • Resa: 14-15 (4-5 Persone servite)
  • Preparazione: 10 minuti
  • Cottura: 20 minuti
  • Pronta In: 1 ora 30 minuti

Le girelle fumé con pancetta stufata non sono certo uno sfizio salutare però son buone e uno sgarro ogni tanto si può fare basta non eccedere.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Stendete il rotolo di pasta sfoglia appena uscito dal frigorifero. Iniziate la farcitura con le fettine di pancetta.
  2. Completate con le fettine di provoletta affumicata.
  3. Avvolgete il tutto e posate il rotolo ottenuto sulla placchetta con la chiusura rivolta in basso.
  4. Ponete la placchetta in frigo per u'ora in modo che la pasta sfoglia possa rassodare. Tagliate le girelle e posatele sulla placchetta ben distanziate tra loro.
  5. Infornate a 180° per un ventina di minuti e accendete la ventilazione solo se le girelle faticano a dorare.
  6. Gustatele appena tiepide.