Antipasti, Antipasti freddi, ricetta

Ciotoline di gamberetti piccanti e melone

Le ciotoline di gamberetti piccanti e melone sono un bel antipastino estivo. La ricetta è tutta basta sul contrasto di sapori tra le spezie di condimento e il dolce del meloncino a polpa arancio e molto profumato. L’intensità del profumo rilasciata dal meloncino in questo caso non è una componente secondaria perché ben si accosta a quello del curry e l’insieme gradevole degli odori predispone favorevolmente il commensale all’assaggio. Fatta questa premessa perché il piatto possa riuscire al meglio dobbiamo essere certi della freschezza dei gamberetti che acquistiamo. Io mi regolo tastandone la consistenza per sentire se hanno carni sode e alla vista non devono presentare macchie scure a livello dell’addome e della testa. Odorandoli non deve essere presente nessun sentore chimico sintomo d’uso di solfiti per renderli colorati e mascherarne lo stato di degrado. Queste sono regolette generali che ci possono tutelare fino ad un certo punto… certo che se si ha un come me un pescivendolo di fiducia tutto è più semplice e sicuro. Secondo le dimensioni dei crostacei prevedetene 10 – 15 a porzione che per una piccola entrata ad un pasto di mare saranno sufficienti. Vanno serviti sempre a porzione assieme a 5-6 piccole di meloncino retato o cantalupo che potrete ricavare con un apposito scavino. La preparazione è molto semplice staccate le teste dei gamberi che magri utilizzerete per una bisque da congelare e lessate le code in acqua salta. La fase di bollitura è brevissima in 3-4 minuti i gamberetti sbianchiranno e saranno cotti. Freddateli e sgusciateli e teneteli da parte in frigo. Per il condimento versate 3 cucchiai d’olio d’oliva in un padellino, sbriciolatevi dentro un peperoncino secco fate prendere calore e appena comincia a soffriggere spegnete e lasciate riposare un decina di minuti in modo che l’olio diventi piccante. A questo punto sgusciate e condite i gamberetti con sale e pepe bianco, verste l’olio e mescolate bene. Poi spolverateli con paprika dolce, curry e finite con qualche goccia di limone a vostro gusto. Copriteli con pellicola trasparente e lasciateli marinare per un’oretta. Quando sono insaporiti unite le sfere di meloncino e servite a tavola ben freddi.

 

 

Con queste ciotoline di gamberetti piccanti e melone segnati da piccantezza, notevole aromaticità e dolcezza io ho accostato un bianco aromatico dalla buona palette odorosa come il GWtraminer Gruss Alsace Gewurztraminer Les Roches, ma sarei curioso di tentare con un Fiano, sarà per la prossima volta.

a1 Ciotoline di gamberetti piccanti e melone

Ciotoline di gamberetti piccanti e melone

Di ropa55 Pubblicata: Luglio 1, 2016

  • Resa: 4 ciotoline (4 Persone servite)
  • Preparazione: 1 ora 20 minuti
  • Cottura: 4 minuti
  • Pronta In: 1 ora 24 minuti

Le ciotoline di gamberetti piccanti e melone sono un gustoso antipasto di mare che vi consiglio se amate io contrasto tra i sapori speziati e il dolce del meloncino.

Ingredienti

Istruzioni

  1. Sciacquate i gamberetti ed eliminate le teste. Lessateli per 4 minuti in acqua salata, fateli freddare e teneteli da parte in frigo.
  2. Sbriciolate il peperoncino nell'olio e fate appena soffriggere. Spegnete la fiamma e lasciate che l'olio diventi piccante, poi filtratelo.
  3. Quando i gamberetti sono diventati ben freddi sgusciateli, conditeli con l'olio piccante, salateli e pepateli con pepe bianco.
  4. Aggiungete la paprika e il curry nelle dosi che più gradite.
  5. Finite con succo di limone a vostro piacere.
  6. Coprite di pellicola e rimettete in frigo a raffreddare e insaporire.
  7. Pochi minuti prima di servire ricavate le palline di meloncino.
  8. Unite gli ingredienti e servite ben freddo.